domenica 23 marzo 2014

Monogramming etiquette


Tra i libri antichi che ho scaricato dall'Archive.org, quello che mi è rimasto più nel cuore è il Monograms di Janon & Co., probabilmente perchè fu il primo di qualità che sfogliai, ma soprattutto perchè è uno dei pochi a contenere quelle iniziali intrecciate disegnate con la squisita raffinatezza dei tempi andati. 
La maggior parte dei monogrammi si compone dell'intreccio di tre lettere e, pur immaginando la ragione familiare, diversi dubbi sulla composizione e sull'ordine delle lettere mi hanno attanagliato per diverso tempo. Ho provato a fare qualche ricerca on-line, ma non sono riuscita a trovare siti italiani che chiarissero la faccenda. 
Buttando qua e là qualche termine chiave in inglese o francese sono finalmente incappata in siti esteri che personalizzano la biancheria con iniziali ricamate dalle macchine automatiche (là dove il mercato funziona si mantengono le tradizioni...). In sostanza, la parola chiave più adatta per una ricerca in tal senso è monogramming etiquette e riassumo qui qualche principio di base, segnando l'ordine di comparizione delle iniziali da sinistra verso destra:
- Coppia sposata: moglie, cognome, marito (mi piace!!);
- Donna nubile: primo nome, cognome, secondo nome;
- Donna sposata: nome, cognome da sposata, cognome da signorina;
- Uomo: primo nome, secondo nome, cognome, se le iniziali sono accostate e tutte della stessa grandezza;
              primo nome, cognome, secondo nome, se l'iniziale al centro è più grande.
Quest'ultima soluzione è quella scelta per il servizio all'americana fotografato.

                         

Una regola grafica di composizione per l'intreccio prevede che le sovrapposizioni siano alternate e cioè quando un tratto dell'iniziale si sovrappone ad un'altra, nell'intreccio successivo dovrà passare sotto e così di seguito.
Ho provato a intrecciare diverse iniziali, ma ho visto che non sempre si riesce a rispettare questa regola, per garantire la leggibilità delle lettere, e ho notato che anche i libri illustri non sempre la rispettano. Trovo il lavoro di intreccio molto difficile e fin'ora ho ottenuto risultati soddisfacenti solo con tre iniziali poste una di seguito all'altra, mentre la sovrapposizione completa mi riesce solo con due iniziali. 
Ma... Non sarebbe meraviglioso riuscire a disegnare una cosa del genere...?



 Aggiungo un'ultima cosa... Ho una sorella che per anni ha snobbato il mio blog e adesso invece mi tormenta colpevolizzandomi sulla mia inefficienza nel postare novità... Zia Marghy! Sei soddisfatta adesso?!!!

13 commenti:

  1. Che meraviglia Elisabetta, sono rimasta male quando il post è finito........Buona domenica
    Emi

    RispondiElimina
  2. Grande passine per il ricamo e per la perfezione dei dettagli.Bellissimo lavoro,complimenti.Buona domenica.Gabriella

    RispondiElimina
  3. Capisco benissimo una sorelle che vuole condividere i lavori che escono di queste mani d'oro. Brava!

    RispondiElimina
  4. Your work is just amazing! You have gone to a whole new level with the complexity of those overlapping initials. I am so impressed as I know your sister is!

    RispondiElimina
  5. Che ridere... le sorelle sono sempre così, ma guai a toccarcele!!! Complimenti Elisabetta

    RispondiElimina
  6. Grazie Elisabetta! Cercavo da parecchio tempo queste regole perché anch'io vorrei fare un bel intreccio di iniziali per mia figlia ma non ho abbastanza abilità con la grafica. Magari adesso ci riproverò!

    RispondiElimina
  7. Complimenti sei sempre insuperabile. E grazie per le informazioni.

    RispondiElimina
  8. C’est tout simplement une merveille de finesse et de précision.

    RispondiElimina
  9. Concordo con la zia Marghy, grazie per le preziose informazioni!!!

    RispondiElimina
  10. MAGNIFIQUE FELICITATION Marie-Claire

    RispondiElimina
  11. Mitiche roselline!!! Conferiscono un tocco di raffinatezza ai tuoi eleganti e precisi lavori. E poi sono diventate il tuo distintivo...... Ne sono sempre affascinata

    RispondiElimina